Ruber

Il suo legno in radica di erica, la cui natura rimane intatta grazie agli esclusivi processi di stagionatura e manifattura, rende questa pipa unica, nella sua assoluta singolarità. La foggia libera, dall’imboccatura frastagliata, ricorda l’erosione delle onde del mare, di quel Mediterraneo che ospita l’arbusto sempre vivo.
Il ricamo stilizzato dalle foglie in oro, accenno ai battilori medioevali che le utilizzavano in piccolissime e sottilissime forme su tavole di legno, cede il filo ai preziosi rubini birmani, la cui indiscutibile fluorescenza esalta la calda rifrazione dell’oro diciotto carati e rimanda ai sontuosissimi abiti delle dame rinascimentali ritratte ufficialmente con il tesoro di famiglia.