Gorgone

Sodalizio perfetto quello tra la pregiata radica di Erica e l’argento rodiato per il volto della gorgone, la cui testa orribile, anguicrinita sembra davvero capace di impietrire chi la guarda.

Identificata con la Medusa, in cui si riconoscono i tratti giovanili di Michelangelo Merisi da Caravaggio, ha gli occhi che si specchiano in rubini birmani, la cui durezza, combinata all’inconfondibile bellezza del loro colore, ritrae in maniera fedele lo sguardo spiritato di un uomo che non ha paura di niente. E guarda alla vita in maniera cruda.

Un capolavoro, questa pipa, dalla ricercata artigianalità, che accoglie sul legno venato di scuro, la lucentezza e la malleabilità dell’argento.

Serie di otto esemplari al mondo.